Vivi Merano – Operetta “Al Cavallino Bianco”

Operetta di di Benatky, Stolz, Granichstaedten. Compagnia Teatro Musica Novecento.

Al Cavallino Bianco è, dopo La Vedova Allegra, la seconda operetta viennese oggi in Europa per popolarità e notorietà. Come tutti i grandi successi teatrali che continua ad affollare i teatri, anche quello de Al Cavallino Bianco ha la sua piccola storia, legata in gran parte alla curiosa singolarità che la sua musica, pur firmata
generalmente da Ralph Benatzky, in realtà à dovuta ad una equipe di compositori (compreso Robert Stolz, ultimo Re dell’operetta viennese). Ed è questa particolarità che la rende così fresca, varia e gioiosa. Le cose erano andate così. Intorno al 1930 stava suscitando ondate di ilarità sulle scene tedesche una spiritosa commedia nella quale si faceva un’allegra satira delle villeggiature presso i laghi d’alta montagna . Fu la schietta comicità della vicenda che suggerì a due esperti uomini di teatro berlinesi, Erich Charell e Hans Müller, di trarre spunto per una spassosa commedia musicale: una operetta-rivista, insomma l’anello di congiunzione fra operetta, commedia musicale e musical.
Un ridente albergo immerso nelle montagne del Salisburghese (ma potrebbe essere qualunque luogo lacustre dei nostri monti) fa da sfondo all’intreccio
amoroso della proprietaria Gioseffa, innamorata di un avvocato. Leopoldo, primo cameriere, ama Gioseffa, non corrisposto. Una lite commerciale permetterà all’avvocato di innamorarsi della figlia del Comm. Pesamenole ovvero la parte avversa della causa. Il 10 novembre 1930, recensendo la prima mondiale de Al
Cavallino Bianco, il Berliner Tageblatt scrisse: “Questa operetta è un abbonamento per la felicità, un uomo non puoì pretendere di più “. Questo è anche lo spirito dell’allestimento della Compagnia Teatro Musica Novecento, che ripropone la pieìce popolarissima con una drammaturgia ricca e spumeggiante, con i personaggi ben caratterizzati nella loro tipica verve comica. Questa edizione dell’Obiettivo e della Compagnia Teatro Musica Novecento con orchestra in sala saraì integrata e arricchita nello spettacolo dal caratteristico balletto tirolese, che nel secondo atto costituisce una delle peculiarità folkloristiche di grande impatto. Ci si avvarrà infatti della collaborazione di un qualificato e notissimo gruppo di danzatori in Lederhosen che daranno vita al più autentico numero di Schuhplattler.

Ingresso unico: € 15,00.

Prevendita biglietti:
-presso la cassa del teatro Puccini la sera dello spettacolo dalle ore 18.00;
-presso la Cassa di Risparmio filiale corso Libertà, Merano dal 12.12.2022;
-online sul sito della Fondazione Teatro Comunale dal 12.12.2022.

Luogo
Teatro G. Puccini
piazza Teatro 2
Merano

Contatti
www.ticket.bz.it/home.aspx

Organizzatore
Associazione cultura L’Obiettivo
via Dalmazia 30
Bolzano
+39 389 3040501
associazioneobiettivo@gmail.com

Quando?

  • 30 Dicembre 2022 ore 20:30